Logo Spazio Elementare

Ricerca e Formazione Artistico Culturale in Trentino

FOTOGRAFIA

Referente: Massimo Falqui Massidda 
www.massimofalquimassidda.com

Nato a Rovereto nel 1983, dopo la laurea in architettura presso lo I.U.A.V. ha conseguito il diploma post laurea in fotografia e graphic design all’università di ISIA Urbino nel 2007 si è specializzato in fotogiornalismo attraverso uno stage presso l’agenzia MAGNUM di Parigi. Attualmente lavora come fotografo indipendente nell’ambito editoriale e commerciale.
Specializzato nel reportage di montagna collabora con Trentino Marketing e Touring Club Italia con il quale ha realizzato il libro In Vetta (2013)

Collaborazioni:
Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo, Accademia della montagna, Abies Alba s.r.l., Associazione Anti Racket Falcone Borsellino, Associazione per i popoli minacciati, Studio Biquattro, Conservatorio della fotografia

Gentili amici, siamo molto felici di comunicarvi che ieri abbiamo avuto molte persone che sono venute all’Elementare di Valmorbia nonostante il tempo continui ad essere imprevedibile. Abbiamo presentato il progetto della la via dei mulini alla persone e presto metteremo il materiale prodotto a disposizione di tutti sul nostro web.
Il pomeriggio è stato caratterizzato dalla presentazione del totem multisensoriale a cura di Davide Vivaldi e Benedetta Monetti, dalla presentazione dell’intervista a Maurizio Siligardi, alla mostra descrittiva degli ambiti dei mulini a cura di Marco Malossini, alla mostra fotografica dei mulini di Massimo Falqui Massidda e, infine, ad un concerto di indi acustic jazz  i Connected Duo dei fratelli Giordani. Dopo aver mangiato e bevuto insieme ci siamo diretti a teatro dove, a causa del cambiamento di programma per il possibile maltempo, abbiamo visto tutti insieme lo spettacolo La luna sull’uomo con Federico Vivaldi e la regia di Carolina Calle Casanova e la performance di danza-musica-video di SCIVIAS – Conosci le Vie di Massimo Vicentini ed Erica Cappelletti.
Speriamo di poter ripetere l’esperienza il prossimo anno. Per questo ringraziamo la disponibilità del Festival tra le rocce e il cielo e dell’amministrazione della Vallarsa.

Ecco una galleria fotografica con le foto della Via dei Mulini evento che ha aperto il festival Tra le Rocce e il Cielo 2014

viadeimulini2014_02viadeimulini2014_03viadeimulini2014_04viadeimulini2014_05viadeimulini2014_06viadeimulini2014_07viadeimulini2014_08viadeimulini2014_09viadeimulini2014_10viadeimulini2014_11viadeimulini2014_12viadeimulini2014_13viadeimulini2014_14viadeimulini2014_15viadeimulini2014_16viadeimulini2014_17viadeimulini2014_18viadeimulini2014_19viadeimulini2014_20viadeimulini2014_21viadeimulini2014_22viadeimulini2014_23viadeimulini2014_24viadeimulini2014_25viadeimulini2014_26viadeimulini2014_27viadeimulini2014_28viadeimulini2014_32viadeimulini2014_33viadeimulini2014_34viadeimulini2014_35viadeimulini2014_36viadeimulini2014_37viadeimulini2014_38viadeimulini2014_39viadeimulini2014_40viadeimulini2014_41viadeimulini2014_42viadeimulini2014_43viadeimulini2014_44viadeimulini2014_49viadeimulini2014_50viadeimulini2014_51viadeimulini2014_52viadeimulini2014_53viadeimulini2014_54viadeimulini2014_55viadeimulini2014_56viadeimulini2014_57viadeimulini2014_59viadeimulini2014_61viadeimulini2014_65viadeimulini2014_63

In Cammino Verso la Pace

SENTIERO DI PACE. 1914-2014
mostra fotografica di Massimo Falqui Massidda

 

dal 2 al 31 agosto, Teatro Tenda, Raossi di Vallarsa
dal martedì alla domenica, orario 10 – 12 15.30 – 18.30

INAUGURAZIONE MOSTRE SABATO 2 AGOSTO ALLE 17,30
segue rinfresco

 

Sentiero della Pace @ Trento Film Festival

Dal 24 Aprile al 7 Maggio Trento Film Festival

SdP

a cura di Massimo Falqui Massidda, Arianna Mosca, Ilaria Bassoli con il sostegno di Spazio Elementare.

L’esposizione raccoglie le fotografie realizzate da Massimo Falqui Massidda lungo i sentieri che costituivano il fronte della Grande Guerra dove la follia dell’uomo, oltraggiò la pace della montagna. Le immagini esposte documentano come la Natura si stia lentamente rimpossessando dei propri spazi dove ancora oggi, celate dagli elementi naturali, è possibile scorgere le ferite inflitte al territorio dagli impetuosi combattimenti. Entrare in contatto con questi luoghi, con queste vette, con l’esperienza della montagna, offre la possibilità di conservare memoria della tragedia passata, per non dimenticare, per vivere la Pace.
Il nucleo fotografico presentato al Festival della montagna, è parte di un più ampio progetto espositivo itinerante che si svolgerà nel corso dell’estate 2014 e sarà allestito in zone storicamente significative dislocate lungo il fronte.